Vocazioni

Il Piano Formativo

I tempi non possono e non devono essere standard per tutti i candidati, dai quali dipende il cammino stesso in funzione dell’impegno e della serietà con cui viene affrontato e anche dalla capacità di portare avanti la progettualità in campo ministeriale, sociale ed ecclesiale. Il piano formativo dipende anche dal background e dal bagaglio previo di esperienza e formazione teologica con cui il candidato si presenta alla chiesa al momento della formalizzazione della richiesta di ammissione.

Scarica il modulo di adesione
Piano formativo dei candidati in preparazione
all’ammissione agli ordini sacri e ai ministeri istituiti.

Richiesta di ammissione

1. Tramite lettera da parte del candidato corredata dei certificati e documenti richiesti nel formulario.

2. Periodo di probandato
In questo periodo il candidato, docile allo Spirito Santo, si impegna a fare un serio cammino di discernimento insieme ai formatori. Si approccia allo studio del cattolicesimo indipendente e del “Manifesto” della Chiesa Cattolica Ecumenica di Cristo e dei Documenti sull’ecumenismo ( ut unum sint, unitatis redintegratio, Dominus Jesus). La durata del probandato è di circa 6 mesi. A conclusione di questo tempo di grazia, il responsabile per la cura dei candidati presenta al Vescovo una lettera su ogni singolo candidato nella quale va fatto un report sul cammino fatto, e ove questo sia di esito positivo, con la richiesta di lasciare proseguire il probante. Questa lettera va inviata insieme a quella del candidato stesso che chiede al Vescovo di essere ammesso al Seminario Diocesano.

3. Ingresso in Seminario
L’ingresso in seminario avviene con la celebrazione della vestizione dell’abito talare. In questo periodo il candidato inizierà lo studio delle materie filosofiche: storia della filosofia, il problema filosofico di Dio, e il rapporto tra la fede e la ragione, e della storia della Chiesa antica, medievale, moderna e contemporanea con i concili e i pronunciamenti riguardanti il credo. La durata di questo periodo va da sei mesi ad un anno. A conclusione di questo periodo il candidato verrà ammesso agli ordini sacri dopo che i formatori ne abbiano certificato per iscritto la maturità.

4. Ministero del Lettorato
Dopo l’ammissione agli ordini sacri il candidato inizia la formazione che lo condurrà al ministero del lettorato. Si inizia lo studio delle materie inerenti alla Sacra Scrittura: introduzione all’AT, introduzione al NT, sinottici, corpo lucano, giovanneo, paolino, lettere cattoliche, esegesi di un brano a scelta del candidato, verrà affrontata anche la tematica riguardante omosessualità e fede, catechetica, teologia fondamentale, e il ministero del lettorato. A conclusione di questo periodo, della durata che oscilla dai sei mesi ad un anno, il candidato farà formale richiesta al vescovo mediante lettera scritta, di ricevere il ministero del lettorato. Questa lettera va corredata della lettera di report da parte di coloro che avranno curato la formazione.

5. Ministero dell’accolitato
Il candidato inizia lo studio e la formazione inerenti al ministero dell’accolitato, la sacramentaria, la liturgia, il ministero dell’accolitato, introduzione al diritto canonico con lo studio dei canoni della chiesa cattolica ecumenica di Cristo. Al termine del periodo di formazione, dai sei mesi ad un anno, e avendo superato i colloqui con il vescovo e con i formatori, il candidato farà richiesta formale, attraverso lettera scritta di essere ammesso al ministero di accolito. Questa lettera va corredata dalla lettera report dei formatori.

6. diaconato transeunte o permanente
Il candidato inizia lo studio della pneumatologia, cristologia, trinitaria, ecclesiologia, studio della storia e del ministero del diaconato, questo è il periodo in cui il formando comincerà a creare la nuova comunità nella quale eserciterà il ministero. Al termine di questo periodo il candidato, avendo superato i colloqui, fa formale richiesta attraverso lettera scritta al vescovo di ricevere l’ordinazione diaconale. Il vescovo convoca tutti coloro che, sia in foro interno che in foro esterno, hanno curato o seguito la formazione del candidato. Avuto parere positivo, redige il decreto di ordinazione diaconale. Per il diaconato transeunte, il periodo varia dai sei mesi ad un anno.

7. Diaconato e preparazione al presbiterato
Il candidato inizia lo studio della teologia pastorale, morale, mariologia, escatologia e teologia spirituale, lo studio della storia e del ministero del presbiterato. Il candidato terminato il periodo di formazione e avendo superato i colloqui, avendo esercitato il ministero della diaconia del servizio e avendo cominciato la missione per creare la nuova comunità, farà formale richiesta, attraverso lettera scritta al vescovo per chiedere di ricevere l’ordinazione presbiterale. Il vescovo convoca tutti coloro che, sia in foro interno che in foro esterno, hanno curato o seguito la formazione del candidato. Avuto parere positivo, redige il decreto di ordinazione presbiterale.

Ufficio pastorale vocazionale
Richiesta di Ammissione alla Chiesa
Scarica e stampa il modulo per la richiesta di ammissione alla Chiesa Cattolica Ecumenica di Cristo in Italia.